La parola
all'utente
Collezioni
digitali
Consulta i
cataloghi
Prenota prestito
interbibliotecario
Contatti
Voi due senza di me

voiduesenzadimeVenerdì 6 ottobre si terrà un nuovo appuntamento con il Caffè letterario della Fucini nella splendida cornice del Cenacolo degli Agostiniani.


Emiliano Gucci presenterà il suo ultimo libro “Voi due senza me” (Feltrinelli, 2017) che è stato segnalato anche come libro del mese del programma radiofonico Fahrenheit su Radio 3.


Il libro racconta una grande storia d'amore ma anche di "perdita", un viaggio nell'anima dei due protagonisti, Marta e Michele. A fare da sfondo alle loro vite c'è una Firenze surreale, quasi metafisica. In questo perfetto ritratto dell’amore, così profondo ed accurato, i due protagonisti espongono soprattutto il loro dolore e, chiamandolo finalmente per nome, ne rivelano la stretta corrispondenza con la parte più sconvolgente e drammatica della loro vita.

INGRESSO LIBERO
E’ gradita la prenotazione

IL LIBRO
​È una giornata luminosa, il cielo carico di un azzurro surreale; alla stazione Michele attende Marta, che ogni mattina scende dal treno per lavorare in un negozio nel centro di Firenze. Appena la intercetta nella folla le va incontro, la ferma, cerca di parlarle: non si vedono da dieci anni, dal giorno in cui un evento tragico, che a poco a poco torna alla luce, ha spezzato la coppia.
Lei lo accoglie con freddezza, anzi con fastidio, ma Michele è determinato, vuole ricominciare in nome di un amore assoluto, impareggiabile, che non può essere finito. Eppure Marta ha una nuova vita – lui lo sa –, una nuova storia, meno intensa ma più rassicurante, a cui non vuole rinunciare. I due si sfidano, si rincorrono e si respingono, l’elettricità è palpabile e a tratti pare che tutto debba ricominciare. Ciò che continua a unirli, però, è quanto forse impedisce loro di riavvicinarsi davvero.
A distanza di altri dieci anni, una nuova giornata.
Una mattina bianca, Firenze paralizzata dalla neve. E ancora loro due, ancora il loro amore, irrisolto e per questo tanto più tenace: Michele e Marta, allacciati da un mistero che sembra impossibile da sciogliere, finché non deflagra nel gelido quadro d’intorno. A raccontarceli qualcuno di molto vicino, che li osserva con sguardo ultraterreno e al tempo stesso innocente. Seguendo le sue parole ci addentriamo nella complessità del dolore, dell’amore, delle relazioni fra gli esseri umani.
Tra reticenze e non detti, Emiliano Gucci tiene ben teso il filo della narrazione trascinando il lettore in uno stato di inquietudine mista a curiosità – quello di chi vuol comprendere, oltre a ciò che accadrà, ciò che è già accaduto.

L’AUTORE
Emiliano Gucci è nato nel 1975 a Firenze e adesso vive a Prato.
Si è diplomato al Liceo Artistico e ha svolto il servizio civile in compagnia di ragazzi diversamente abili; ha scritto e suonato canzoni con una punk rock band, ha cambiato diversi lavori e dal 2003 è impiegato part-time in una libreria.
In precedenza ha pubblicato i romanzi “Donne e topi” (Fazi, editore), “Sto da cani” (Fazi, 2006), “Un’inquilina particolare” (Guanda, 2008,), “L'umanità” (Elliot, 2010), “Nel vento” (Feltrinelli, 2013) e il volume “Sui pedali tra i filari. Da Prato al Chianti e ritorno” (Laterza, 2015).
Collabora con giornali e riviste tra cui Il Corriere Fiorentino (edizione locale del Corriere della Sera), Confidenze (settimanale Mondadori), CicloTurismo (mensile Compagnia Editoriale), BC (bimestrale Federazione Italiana Amici della Bicicletta).