Newsletter
Per iscriverti alla Newsletter inserisci il tuo indirizzo e-mail e clicca sulla freccia blu
Inserire un indirizzo email valido
(Vedi dettagli)
Per iscriversi è necessario dare il consenso al trattamento dei dati
immagine 009rita.jpg
Home page > Biblioteche > Cerreto guidi > In Evidenza > Ragazzi in fuga: gli ebrei di Villa Emma
Ragazzi in fuga: gli ebrei di Villa Emma

villaemmaProiezione del film documentario “ I ragazzi di Villa Emma. Piccoli ebrei in fuga”
MuMeLoc di Cerreto Guidi


Il giorno 15 febbraio 2014 alle ore 16.00, nell’ambito della mostra “Ragazzi in fuga. Gli ebrei di Villa Emma”, verrà proiettato il film documentario “I ragazzi di Villa Emma. Piccoli ebrei in fuga” (100’, 2008): la storia vera di 73 ragazzi in fuga nell’Europa sconvolta dalla guerra che trovano rifugio a Nonantola, in provincia di Modena dove rimangono fra l’estate del 1942 e l’autunno del 1943. Fuggiranno dopo l’8 settembre per scampare all’arresto e alla deportazione, da Nonantola approderanno in Svizzera e da lì, a guerra finita, arriveranno in Palestina.
Intervengono Aldo Zappalà regista e autore del film e Micol Ferrara, storica.
Ingresso libero.


“Ragazzi in fuga: gli ebrei di Villa Emma (Nonantola, 1942-1943)”

La mostra, nata dalla collaborazione tra la Fondazione Villa Emma e lo storico Klaus Voigt, consente di ricostruire la lunga fuga di 73 ragazzi ebrei e dei loro accompagnatori attraverso l’Europa segnata da guerra e persecuzioni. Particolare risalto acquista il periodo della permanenza a Villa Emma, dove, grazie all’aiuto della popolazione di Nonantola, i mesi trascorsero all’insegna di una normalità ristabilita, fatta di studio, lavoro e svaghi.
La mostra presenta documenti, fotografie e mappe che illustrano i vari spostamenti del gruppo – da Lesno Brdo (Slovenia) a Nonantola, per approdare poi Bex (Svizzera) e di lì in Palestina − rispecchiano i tanti momenti dell’esperienza vissuta dai ragazzi, portando in primo piano gli aspetti legati alla vita quotidiana.
Del gruppo di ragazzi che trovarono rifugio a Villa Emma, alla fine solo in due non riuscirono a salvarsi: Salomon Papo e Goffredo Pacifici, deportati e assassinati ad Auschwitz.


La mostra rimarrà aperta dal 31 gennaio al 11 marzo 2014

Orario di apertura della mostra:
dal martedì al sabato 8.30-13.00, mercoledì anche 15.00-18.00


Informazioni e visite guidate su prenotazione:
tel. 0571906247
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.