Newsletter
Per iscriverti alla Newsletter inserisci il tuo indirizzo e-mail e clicca sulla freccia blu
Inserire un indirizzo email valido
(Vedi dettagli)
Per iscriversi è necessario dare il consenso al trattamento dei dati
biblioteca_cerreto003rita.jpg
Home page > Biblioteche > Cerreto guidi > In Evidenza > Isabella Orsini
Isabella Orsini

isabellaDomenica 15 luglio alle 21.15, il giardino della Villa medicea di Cerreto sarà il suggestivo contesto che farà da sfondo al dramma che si narra sia avvenuto al suo interno.

Arriva a Cerreto Guidi, dopo 92 anni dalla sua ultima rappresentazione, avvenuta nel 1920 al teatro della Pergola di Firenze, Isabella Orsini, opera lirica in quattro atti di Renato Brogi.

La tragedia,ambientata in parte all'interno della Villa medicea di Cerreto Guidi, tratta dell'ultimo atto della vita di Isabella Orsini, uccisa per gelosia dal marito Paolo Giordano.

La Compagnia Ramimusicali con David Boldrini al pianoforte metterà in scena integralmente il quarto e ultimo atto dell'opera di Brogi, mentre la trama dei primi tre atti, sintetizzati dalla professoressa Daria Santini, Presidente della Consulta della Cultura, sarà presentata dal punto di vista musicale e drammaturgico in forma di concerto.

Per informazioni:
Ufficio Cultura
tel.: 0571.906247
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



L’opera è costellata da incesti, adulteri, tradimenti, passioni, gelosie. L'amore tra Isabella e il cugino Troilo porta alla nascita del figlio Lelio, dopo un amore incestuoso tra Isabella e il figlio, il marito Paolo Giordano scopre la moglie adultera e dopo che Troilo ha ucciso Lelio, l'omicidio di Isabella da parte del marito conclude la storia.

Recentemente, lo spartito per canto e pianoforte è stato ritrovato a Roma grazie alla preziosa ricerca condotta dal sindaco di Cerreto Guidi, Carlo Tempesti.

Renato Brogi, compositore nato a Sesto Fiorentino nel 1873 studiò in conservatorio a Firenze dove si diplomò giovanissimo, in seguito seguì il corso di composizione a Milano con il maestro Becucci. Compiuti gli studi risultò vincitore del concorso Steiner di Vienna, primo riconoscimento ufficiale che lo consacrava compositore. La sua prima opera fu “La prima notte”, rappresentata con successo nel 1898.

Grandi riconoscimenti ottenne anche “Il Bacco in Toscana”, suo secondo lavoro. La terza opera del Brogi fu “Isabella Orsini”, tragedia lirica in quattro atti rappresentata per la prima volta nel febbraio del 1920 a Firenze al teatro della Pergola e poi dimenticata fino ad oggi .