Newsletter
Per iscriverti alla Newsletter inserisci il tuo indirizzo e-mail e clicca sulla freccia blu
Inserire un indirizzo email valido
(Vedi dettagli)
Per iscriversi è necessario dare il consenso al trattamento dei dati
p7140826rita.jpg
Home page > Biblioteche > Castelfranco di sotto > In Evidenza > Boom di partecipazione al Festival della Lettura
Boom di partecipazione al Festival della Lettura

La VII edizione del Festival della lettura: storie, immagini e parole all’ombra della biblioteca, ha ottenuto un notevole successo di pubblico che ha seguito con interesse e partecipazione il vasto e qualificato programma proposto dalla Biblioteca Comunale.

Il Festival oltre ad essere diventato un punto di riferimento ed un’occasione per far conoscere alcuni nuovi autori locali (Sara Maggio, Simone Falorni, Claudio Vastano, Laura Fantozzi), ha presentato anche alcune iniziative di eccellenza.

Il filosofo milanese Franco Bolelli (autore del libro “Viva Tutto” scritto insieme al cantautore Lorenzo Jovanotti) ha coinvolto in un acceso dibattito la numerosa platea, interpretando il cambiamento umano e sociale che sta avvenendo attraverso l’uso delle nuove forme di comunicazione come i social network.

Lo scrittore empolese Luca Nardini, presente lo scorso anno con il libro “Dolls: giocattoli senza fini di lucro”, ha tenuto quasi una lezione magistrale sulla scrittura intrattenendo gli intervenuti con un percorso tra i più importanti autori del Novecento come Kafka, Saba e Calvino.

L’argomento della storia locale è stato affrontato con la saga castelfranchese dei Lanzi di Giancarlo Gabbrielli, imprenditore che ha lasciato il paese all’età di vent’anni per il Canada, ma che è ritornato volentieri alla ricerca delle proprie radici scrivendo ben due romanzi ambientati a Castelvecchio alias Castelfranco.

Grandissimo apprezzamento è stato poi ancora una volta riservato alla mostra fotografica “Matrimoni Catelfranchesi nelle fotografie di Brunetto Grossi” organizzata in collaborazione con il circolo culturale fotografico “La Fototeca” e l’associazione culturale Boulevardutopie ed esposta nella sala della Banca di Credito Cooperativo di Cambiano dal 15 ottobre al 26 novembre.

Quest’anno è stato illustrato il decennio 1960-1970, mentre il prossimo ci sarà la conclusione del processo di digitalizzazione dei matrimoni con la mostra dell’ultimo decennio (1970-1980) e con la pubblicazione del catalogo generale a stampa accompagnato da un DVD.

Il Festival è durato 3 settimane e si è concluso sabato 5 novembre con “In Riva d’Arno e oltre“ il piccolo grande libro di Valerio Vallini, uno dei protagonisti della vita culturale del nostro territorio che ha raccolto una selezione dei suoi migliori articoli apparsi su riviste e quotidiani locali in oltre trent’anni di attività.