sezione ragazzi 1rita.jpg
Home page > Biblioteche > Castelfiorentino > In Evidenza > L'abbraccio
L'abbraccio

coverabbraccioUn libro dedicato agli ultimi, che siano emarginati, diseredati, esuli o migranti. Ma anche un “abbraccio” a tutte le persone comuni. Questo il biglietto da visita de “L’Abbraccio” ultima fatica letteraria dello scrittore castellano Massimiliano Bardotti, che “La Minima Parte” presenterà alla Bilblioteca Comunale “Vallesiana” di Castelfiorentino sabato 31 ottobre, alle ore 17.30.

All’iniziativa, organizzata nell’ambito della campagna regionale di promozione alla lettura “In Biblioteca. Perché c’è il futuro della tua storia”, interverrà l’Assessore alla Scuola, Francesca Giannì

“L’Abbraccio” ( Fara edizioni, 2015) è una raccolta di 43 poesie scritte alcuni anni fa e rielaborate dall’autore sulla base di una più matura sensibilità. Diviso in quattro sezioni, ognuna delle quali trae ispirazione da un poeta (Campana, Merini, Carnevali,  Rimbaud), rappresenta una sorta di abbraccio universale che la poesia rivolge alle persone umili, a “tutti coloro – come ha ricordato recentemente l’autore – che sono oscurati da questa società”.

“La Minima Parte”
, trio formato da Massimiliano Bardotti, Giacomo Lazzeri e Sara Giomi, è nato alcuni anni fa con l’obiettivo di fondere la poesia con la musica.

Nel corso della sua carriera, Massimiliano Bardotti (Castelfiorentino 1976) ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra i quali quello di finalista del Premio Mario Luzi 2011. Oltre a scrivere poesie, è ideatore e docente del laboratorio di scrittura ri-creativa “Cut-up. La sartoria delle parole”