puntoprestitocoop2rita.jpg
Home page > Biblioteche > Castelfiorentino > Collezioni
Collezioni

 

Patrimonio: oltre 50.000 documenti

 

Fondo antico

Il Fondo antico della Vallesiana conserva oltre 3.000 volumi donati nel 1887, per volontà testamentaria, dall’avvocato Francesco Vallesi, appartenente ad una facoltosa famiglia castellana e ultimo Gonfaloniere di Castelfiorentino prima dell’Unità d’Italia. Tra i volumi più preziosi sono da segnalare numerosi incunaboli, cinquecentine (tra cui una Bibbia in folio in sette volumi), l’Opera omnia di Aristotele e San Tommaso, il Codice di Giustiniano; tra le edizioni seicentesche di particolare rilievo una Bibbia con frontespizio inciso di Giambattista Tiepolo, mentre il secolo XVIII è presente con un’edizione completa della Encyclopédie di Diderot e D’Alemebert. Oltre ai libri pregiati e colti di Francesco Vallesi, nel Fondo antico sono conservati anche i volumi provenienti dalla Società per la lettura popolare, erede della Biblioteca popolare circolante che nel 1869 era stata la prima biblioteca pubblica di Castelfiorentino. Il Fondo antico, accresciuto di ulteriori donazioni da parte di enti e privati nella prima metà del ‘900, è collocato oggi in due saloni del secondo piano dello storico palazzo di Via Tilli. L’intero Fondo è stato catalogato e i dati bibliografici sono presenti nell’Opac della biblioteca.

 

Sezione locale

Contiene la documentazione relativa al territorio empolese e alla Valdelsa. Consiste in un nucleo librario (catalogato), riservato al prestito oppure alla sola consultazione. La parte più consistente è rappresentata tuttavia da numerosi documenti a stampa (opuscoli, dépliant, fogli volanti, tesi, ecc).che sono ordinati in maniera sistematica, relativi alla politica, l’economia, la cultura, la vita sociale ecc. di Castelfiorentino e dintorni. Fanno parte della Sezione locale anche le riviste pubblicate in Valdelsa:

Verità e giustizia: periodico settimanale socialista (pubblicato a Certaldo) – a. 1. n. 27 (30 ottobre 1904) – a. 2, n. 37 (novembre 1905) (riproduzione)

La Valdelsa: bollettino quindicinale dei Fasci della VI zona (pubblicato a Castelfiorentino) – a.1, n. 1 (ottobre 1941) – a. 1, n. 9 (15 marzo 1942) (riproduzione)

L’Eco della Valdelsa: mensile economico informativo (pubblicato a Poggibonsi) – a. 1, n. 1 (giugno 1969) – a. 5, n. 50 (dicembre 1975)

Ricerca e dibattito: mensile a cura della Biblioteca comunale Vallesiana di Castelfiorentino, a. 1, n. unico (ottobre 1973) – a. 4, n. 27-28 (gen.-feb. 1976)

Ricerca e dibattito: trimestrale a cura della Biblioteca comunale Vallesiana di Castelfiorentino, a. 1, n. 1 (dic. 1985)

 

Archivio fotografico

Strettamente connesso alla Sezione locale, l’archivio fotografico comprende oltre 5.000 tra foto, fotocolor, diapositive e negativi, che hanno come oggetto Castelfiorentino e il suo territorio, dall’ inizio del 19. secolo fino ai giorni nostri. Ordinate per soggetto da Remo Taviani, al quale si deve la nascita e lo sviluppo di questa particolare sezione, le foto sono state suddivise sulla base dei seguenti raggruppamenti: insediamento urbano e territorio, scene di vita quotidiana, attrezzi di lavoro, sport, arte. Tutte le foto sono state inventariate, inserite nell’Opac della biblioteca e digitalizzate.
Nel corso del 2010 l’archivio è stato notevolmente incrementato con l’aggiunta di oltre 33.000 pezzi tra diapositive e fotografie, anch’esse di interesse documentario locale e ugualmente ordinate per soggetto, appartenenti all’archivio personale di Remo Taviani e donate per sua espressa volontà al Comune di Castelfiorentino, dopo la sua morte.

 

Archivio dei manifesti

La biblioteca possiede oltre 2.000 manifesti di diverse misure, autorizzati per la pubblica affissione, relativi ad iniziative ed eventi del secolo scorso. I manifesti, di interesse locale, sono stati ordinati e suddivisi secondo precise categorie: eventi politici e sindacali; sportivi; spettacoli; varie.
Tutti i manifesti sono stati catalogati e inseriti nell’Opac della biblioteca.

 

Il Giardino segreto: la sezione ragazzi

Nel mese di Aprile 2004 la Biblioteca Vallesiana ha inaugurato al piano terra una nuova sezione – il Giardino segreto – a seguito della ristrutturazione dell’ex auditorium. La sezione è interamente dedicata ai bambini e ai ragazzi, con 35 posti a sedere, un patrimonio librario di oltre 6.000 volumi continuamente aggiornato, una sezione multimediale specifica per i ragazzi, postazioni per il collegamento internet e per la videoscrittura. In questa sala si svolgono anche laboratori didattici di promozione della lettura e incontri con l’autore.

 

Sezione multimediale

La Vallesiana possiede un archivio di circa 1.600 vhs, relative a film e documentari. In anni più recenti la sezione multimediale si è sviluppata principalmente con l’acquisto di cd audio, specialmente musicali (circa 300), cd-rom (circa 100) e dvd (tra film e documentari circa 700).

 

Giornali e riviste

I quotidiani: La Nazione, La Repubblica, Il Tirreno

La biblioteca mette a disposizione dei propri utenti le seguenti riviste, disponibili anche per il prestito a domicilio (ad eccezione dell’ultimo numero arrivato):

Nella Sezione adulti:

Aam terranuova, Altroconsumo, Biblioteche oggi, Bollettino AIB, Bota shqiptari, Cose di casa, Cucina italiana, L’Espresso, Focus, Gardenia, Il grandevetro, Hi test, InChianti, L’Indice dei libri del mese, Linus, Al Maghrebiya, MicroMega, Microstoria, Miscellanea storica della Valdelsa,  Patria indipendente, Il Ponte, Qui Libri, Qui touring, Rassegna bibliografica, Ricerche storiche, Riza psicosomatica, Le scienze, Segno Cinema, Il tempo Europa Cina.

Nella sezione ragazzi:

Art attack, Focus junior, I grandi classici Disney, Io e il mio bambino, Liber, Pimpa, Dada, Sfoglialibro, Topolino

Sezione multiculturale:

Nelle sale lettura della sezione adulti e della sezione ragazzi è stato allestito un apposito scaffale che comprende libri in varie lingue europee ed extraeuropee, manuali per l’insegnamento e l’apprendimento dell’italiano, guide alla vita socio-culturale del nostro paese.
Nell'emeroteca sono inoltre disponibili i seguenti periodici in lingua: Bota shqiptari (albanese), Al Maghrebiya (arabo) e Il tempo Europa Cina (cinese).
Periodicamente, grazie alla collaborazione con il Polo Regionale di documentazione Interculturale di Prato, gli utenti di lingua araba, cinese ed albanese, hanno la possibilità di accedere ad un patrimonio più vasto di libri nella loro lingua di origine, grazie allo Scaffale circolante che viene rinnovato ogni anno.